E tu, sei sicuro di lavarti bene i denti?

Ecco qualche consiglio utile per ottenere un sorriso smagliante!

Per prima cosa, gli strumenti essenziali sono: dentifricio, spazzolino, filo interdentale e collutorio.

Partiamo dalla prima regola fondamentale, l’igiene dentale va eseguita tutti i giorni, appena dopo i pasti e quindi almeno due o tre volte al giorno.

La giusta igiene non serve solo per avere quella piacevole sensazione di freschezza ma è basilare per prevenire carie e disturbi gengivali. Inoltre non dimentichiamoci la placca batterica ed il tartaro, che si vanno spesso a depositare negli spazi interdentali.

Lo spazzolino, quale scegliere.

Lo spazzolino è il protagonista principale, deve avere le giuste dimensioni in base alla propria bocca e le setole devono essere di durezza media, a meno che non sussistano dei disturbi. Spazzolini troppo rigidi non servono a “pulire meglio” anzi, possono essere dannosi per lo smalto dentale e causare arrossamenti alle gengive.

Lo spazzolino dopo l’uso deve sempre essere pulito con cura, sciacquandolo sotto l’acqua e lasciandolo asciugare all’aria, in quanto coprirlo favorisce la formazione di batteri. Va sostituito circa ogni 3 mesi oppure quando le setole iniziano ad essere usurate.

Anche gli spazzolini elettrici si sono rivelati ottimi per una corretta igiene!

Come usarlo?

 Ora che hai trovato lo spazzolino perfetto per te, ti chiederai qual è il giusto metodo per lavare i tuoi denti!

Spesso ti sarai sentito dire: usa lo spazzolino facendo movimenti che vanno dall’alto al basso, per quelli dell’arcata superiore e dal basso all’alto per l’arcata mandibolare. Non c’è nulla di più vero!

Non dimenticarti la parte interna, ricordati di pulire con attenzione anche le superfici dei denti anteriori e posteriori attraverso un movimento rettilineo che va dall’interno verso l’esterno della bocca e sempre dalla gengiva verso il dente.

Ultimo step, è quello di appoggiare le setole dello spazzolino direttamente sulla superficie masticatoria dei denti, con movimenti che vanno avanti ed indietro.

Mi raccomando: lo spazzolamento deve avere la giusta pressione ma non deve essere troppo forte, potresti causare sanguinanti gengivali.

Non penserai di aver finito!?

Ora tocca alla lingua! Anche lei richiede le giuste cure. Alcuni spazzolini, sul retro sono dotati dell’apposito “pulisci lingua”, ma vanno benissimo anche quelli dalle setole morbide.

Esegui movimenti circolari, così allontanerai batteri nascosti ed avrai un alito fresco!

È sempre buona norma accompagnare il tutto all’uso del filo interdentale che va usato prima dello spazzolino, in questo modo rimuoverai completamente la placca batterica fuoriuscita dagli spazi interdentali.

Consigliamo sempre di sottoporsi comunque alle visite periodiche per avere un controllo delle proprie abitudini di igiene orale, inoltre per qualsiasi altro consiglio ti aspettiamo presso il nostro studio!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 − 12 =